Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Proseguendo nella navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie eventualmente di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa estesa.
EMISSIONI 03-07-2019
Piano d’azione per il miglioramento della qualità dell’aria, l’analisi di AIEL sull’impatto nel settore della termica a biomasse legnose

Il 4 e 5 giugno scorsi AIEL ha preso parte, su invito del Ministero dell'Ambiente, ai lavori del Clean air dialogue: un confronto tra Commissione europea, Governo, Regioni e diversi stakeholder volto a individuare azioni efficaci per ridurre le emissioni dannose causate dall'industria, dal traffico, dagli impianti di produzione di energia e dall'agricoltura.

 

L'attenzione di AIEL si è rivolta in particolare ai contenuti del protocollo che attiva il “Piano d’azione per il miglioramento della qualità dell’aria”, sottoscritto dalla Presidenza del Consiglio e dai ministri dell’Ambiente, dell’Economia, dello Sviluppo economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle Politiche agricole e della Salute e dal presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

 

Il Piano prevede cinque ambiti di intervento, e contiene precisi impegni e misure di riduzione che riguardano tre dei 3 settori che contribuiscono maggiormente agli ancora elevati livelli di inquinamento, soprattutto invernali: trasporti, agricoltura e riscaldamento domestico a biomasse. Su questi temi, Matteo Favero Responsabile certificazioni ENplus® e ariaPulita® di AIEL ha redatto un esaustivo dossier dove vengono analizzati i possibili impatti di queste misure sui diversi segmenti della filiera.

 

Clicca qui per leggere il dossier